lunedì 30 giugno 2008

Cerchi nel grano: Top Secret (Rete 4)

Come si realizza un cerchio nel grano?

La redazione di Top Secret (Rete 4) ha chiesto al CICAP di tracciarne uno davanti alle telecamere, in pieno giorno e senza alcun segreto, per spiegare al pubblico le tecniche costruttive. Il servizio andrà in onda nella puntata dedicata agli UFO, mercoledì 2 luglio alle 21.10.

Essendo andata in onda la trasmissione, mi permetto di includere nel post altri dettagli dell'evento.

Per cominciare ecco il disegno realizzato per la trasmissione in un campo di grano di Mairano (BS):



Insieme a Marco Morocutti e Nicolas D'Amore abbiamo realizzato questa stella a 5 punte, l'1 Giugno 2008.

Qui si possono vedere le tramlines da cui normalmente i circlemakers accedono all'interno del campo senza lasciare tracce:


Uno sguardo prima di cominciare:


Tutte le linee di costruzione vengono realizzate con i piedi, utilizzando il metro a nastro per tenere la giusta distanza dall'uomo che sta al centro:


Nicolas in uno dei punti chiave marcati con la bandierina:


Fatte le linee di costruzione si procede all'appiattimento delle aree, è la fase meno intelligente del disegno, un po' come il gioco Che cosa apparirà? della Settimana Enigmistica in cui si devono annerire gli spazi segnati con il puntino:


In realtà questa fase è comunque abbastanza complessa:


La parte centrale è completata:


Un abbellimento:




Appiattimento del primo petalo:




Ciuffo centrale lasciato volutamente eretto:


Nicolas all'appiattimento con la tavola:




Un po' di riposo:


Riposo anche per Marco che malgrado non si veda nelle foto (perché è l'autore degli scatti!) ha dato il suo valido contributo:


Due tavole, una bandierina e un dettaglio della formazione:


Domande e risposte finali:


Dettaglio di un petalo:


Panoramica della formazione:


Ed ecco due riprese dall'alto della formazione completata:




Il disegno è stato realizzato in circa due ore, ma non avevamo pianificato alcuna ottimizzazione dei tempi.
Durante l'esecuzione ci sono state molte interruzioni per registrare i miei commenti, dei quali solo alcuni sono poi andati in onda nel servizio. E' capitato di dover registrare anche più volte lo stesso intervento per esigenze di ripresa.
Dopo aver tracciato tutte le linee di costruzione, la parte finale di appiattimento (centro, cinque petali e corona) avrebbe potuto essere realizzata in parallelo dalle tre persone del team (io, Marco e Nicolas) riducendo drasticamente l'esecuzione in termini di tempo, ma così non è stato.
Per consentire maggiore libertà di ripresa agli operatori, abbiamo appiattito le aree una dopo l'altra, come se di fatto la squadra in questa fase fosse composta da un'unico uomo obbligato a far tutto da solo.
Se avessimo ottimizzato il tempo al massimo, avremmo potuto realizzare la stessa formazione in poco più di un'ora.

Alcuni dettagli della realizzazione in ordine cronologico:
  • individuazione del punto centrale e relativa marcatura con bandierina numerata

  • esecuzione della prima linea di costruzione con i piedi (circonferenza di raggio 12 metri)

  • scelta arbitraria della prima punta della stella e relativa marcatura con bandierina numerata (gli spigoli della stella sono 5 e sono quindi disposti ai vertici di un ipotetico pentagono inscritto)

  • svolgimento del metro fino a 14.10 metri e marcatura con bandierina numerata della seconda punta della stella (un uomo si è posizionato sulla prima bandierina e il secondo uomo camminando nella circonferenza tracciata prima ha individuato il punto tirando il metro a nastro svolto per 14.10 metri)

  • ripetizione dell'azione precedente per altre 3 volte in modo da marcare in totale la circonferenza di raggio 12 metri con 5 bandierine posizionate tutte a circa 14.10 metri (i 5 vertici del pentagono regolare inscritto!)

  • tracciatura con i piedi dell'arco di cerchio dalla bandierina 2 alla bandierina 5 con centro in corrispondenza della bandierina 1 e raggio 14.10 metri

  • tracciatura con i piedi dell'arco di cerchio dalla bandierina 3 alla bandierina 1 con centro in corrispondenza della bandierina 2 e raggio 14.10 metri

  • tracciatura con i piedi degli altri 3 analoghi archi di cerchio con raggio 14.10 metri

  • appiattimento con la tavola della zona centrale pentagonale

  • appiattimento con la tavola dei 5 petali

  • tracciatura con i piedi della circonferenza di raggio 13 metri

  • appiattimento con la tavola della corona circolare delimitata dalle circonferenze di raggio 12 e 13 metri

  • rimozione delle 6 bandierine



E' finalmente disponibile tramite il canale YouTube del CICAP il video del servizio andato in onda:



Altro a seguire in base ad eventuali domande...


Francesco Grassi

13 commenti:

Anonimo ha detto...

I see that the Aliens also favor the fields of Italy! I thought that only the USA and the UK were so popular with the visitors... Does this mean that Euros will be spent trying to contact Martians who flatten grass in this fair country? Has the entire world gone insane...?

Francesco Grassi ha detto...

Yes, you are right... but I have to say that while UK has always been THE homeland of the crop circles, USA not.
Anyway, while I am writing, in UK we have 19 formations and in Italy 14, the rest of the world is far behind.

Check this page:
http://www.cropcircleconnector.com/2008/2008.html

This is the international page:
http://www.cropcircleconnector.com/inter2008/inter2008.html


This is the italian page:
http://www.cropcircleconnector.com/inter2008/italy2008.htm


So it seems that energies, plasma vortices, unknown forces, aliens (why not), whatever you want, they really landed in Italy after UK.

My personal opinion is that italian circlemakers are becoming (year after year) more and more skilled, infact some italian 2008 crop circles are very good and UK-style close.

Stay in touch


FG

Gwilbor ha detto...

Quanto tempo avete impiegato? Eravate solo in due a costruirlo?

Anisotropie ha detto...

Complimenti!
io mi sono permesso di segnalarlo qui
http://anisotropie.blogspot.com/2008/07/cerchi-nel-grano-gli-alieni-sono-tra.html

Francesco Grassi ha detto...

Gwilbor, ho aggiunto nel post le informazioni richieste.

Grazie Anisotropie!


FG

Anonimo ha detto...

so you think that crop circle are only an artistic elaboration. ok:
a work like the one you did is only the poor brother of the ones much more elaborate you can see in a lot of place all over the world.

you are non michelangelo and caravaggio but you had enlighted tha also amatoures can do circles.

i agree with you that sckepitcal aproach is always the best.

but my point is that:
this can't be a exautional prove of the phenomenon.

why becouse there are some circles that are too much complicated to be done in a night time frame.

yes I know of a lot of of histeria and propaganda tv cinema etc ...

but this is an usual thing in our times.

ciao

Anonimo ha detto...

btw are you interested to see some photos and videos I found on the web? It wuold be nice to have also only your opinion or comment.I know you are not prone to opinions and instead you like to do research and present studies.
I'd like this apraisal too but having only limited time I can't take the luxury to do more in deep research. i recently bot a book on ufos but I didnt find it very interesting . More impressive was the witnesses of a friend of mine who saw a strange rectangle in the sky of Modena some years ago. he was not alone of course and I'm very sure of his mental health.
as I pointed out in my previous post I'm very skeptical on ufos but I have to admit that the frenquency of people claiming this event is really amazing.
( are we all going to be madness?)

ciao

alessandro ha detto...

Secondo quanto affermato dal CICAP le figure sarebbero state eseguite tramite lo schiacciamento degli steli con una tavola. Mi saprebbero spiegare come può uno stelo schiacciato da una tavola allungarsi lungo un nodo? E non venissero a chiamare in causa il fototropismo, per il quale lo stelo dovrebbe riallungarsi naturalmente verso la luce solare (ovvero verso l'alto), perchè dovrebbe anche spiegare come mai sono invece allungati verso il terreno. Inoltre mi sapete spiegare come avviene l'intreccio degli steli (non solo quelli al centro) ma che a volte interessano tutta la figura?

Francesco Grassi ha detto...

In questo post parlo dell'allungamento dei nodi, inoltre il nostro articolo sul JSE affronta principalmente la questione scientifica dell'allungamento dei nodi.
Ho bisogno di riferimenti precisi (foto, link, formazioni specifiche...) a supporto dell'affermazione "come mai sono invece allungati verso il terreno".
Invece l'intreccio degli steli, che quest'anno è stato molto utilizzato nelle formazioni inglesi, è un artificio che si realizza con la tavola alternando in maniera studiata e intelligente l'appiattimento di diverse strisce di grano. Appena possibile cercherò di scrivere un post sull'argomento.

Fabio Bonelli ha detto...

Buongiorno, complimenti per la vostra tenacia! Sareste in grado di agire nella più totale oscurità della notte senza farvi vedere e sentire? Sarebbe interessante vedere un crop circle dalla forma geometricamente complessa rifatto con la vostra tecnica. Saluti

Francesco Grassi ha detto...

Lo abbiamo già fatto, noi e tanti altri circlemakers, basta documentarsi.

La più grande formazione umana dichiarata pubblicamente (e comunque più grande anche di quelle anonime) è descritta qui.

TAVOLA DI SMERALDO ha detto...

Ognuno è libero di pensare ciò che vuole, ed è questo che conta. Le credenze sono sostanziali nella nostra vita e per ognuno di noi vale quello in cui crede. Tutto è possibile.
Miriam

Francesco Grassi ha detto...

Grazie TAVOLA DI SMERALDO, ma purtroppo non tutto è possibile.