venerdì 29 agosto 2008

Cerchi nel grano: Milk Hill 2001, un'evidenza...






Se volete, potete visionare il seguente ottimo video prima di continuare a leggere. Non c'è comunque nessun problema a farlo dopo la lettura del post.



Peter Sorensen circles 2001 video
Fly over the crop circles of Wiltshire with Peter Sorensen. Explore the magic and mystery that surrounds the subject. Probably one of the best videos you will ever get to see of the aerial footage of crop circles.
Edited by Matthew Williams.




Il video che ho incluso fornisce un'ottima testimonianza della famosa stagione 2001 dei crop circles. In totale sono circa 70 minuti, vale la pena di vederlo.
Al minuto 36:40 cominciano le riprese della famosissima e stracitata formazione di Milk Hill.
Concentratevi sul frammento che va dal minuto 39:50 al minuto 39:55, provate a tornare indietro e a rivedere quei 5 secondi per un po' di volte.

Notate qualcosa di particolare? Se volete provarci ancora fate pure, altrimenti continuate la lettura.

SPOILER

S
P
O
I
L
E
R

S
P
O
I
L
E
R

S
P
O
I
L
E
R

S
P
O
I
L
E
R


Spiegazione
Sorensen attraversa due cerchi e la prima cosa che si può facilmente notare è che nel punto in cui i due cerchi si dovrebbero toccare, in realtà c'è un piccolo passaggio.
Che cos'è quel piccolo passaggio? Come mai i due cerchi sono uniti in quel modo?

Di più... i circlemakers avranno notato sicuramente un altro particolare importantissimo che invece agli inesperti sarà passato inosservato.

Andate al minuto 39:53, fermate il video e prestate attenzione all'immagine che per comodità riporto qui sotto:



Non solo esiste un piccolo passaggio ma quel piccolo passaggio (freccia 1) è costituito da steli che hanno un flusso diverso rispetto al flusso (freccia 2) che hanno gli steli dei due cerchi.
Ancora... gli steli del piccolo passaggio (freccia 1) si trovano sotto gli steli appiattiti dei cerchi, che cosa significa ciò?
Che il passaggio è stato appiattito prima di appiattire i cerchi, perché?

Perché chi ha creato Milk Hill 2001 ha dovuto tracciare per prima cosa proprio queste 6 linee di costruzione:


I centri dei cerchi principali di ogni ramo si trovano proprio su quelle 6 linee di costruzione:


La formazione di Milk Hill 2001 infatti è costituita da 6 rami identici:


Le linee di costruzione sono essenziali per gli uomini che creano le formazioni (cioé i circlemakers), saperle analizzare è fondamentale per capire come sia stato possibile creare uno specifico crop circle.
Riuscite a riscontrarle in questa formazione del 2008 (Eastfield Alton Barnes, Wiltshire. Reported 25th August) che per certi versi richiama Milk Hill 2001?



Francesco Grassi

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Facendo roteare la forma in oggetto in senso antiorario con un angolo di 10 gradi si ottiene un bellissimo effetto ottico riportato nel link in esempio:
http://sonfortune.com/nik/milk.htm
by
www.nikola.tv

Francesco Grassi ha detto...

Grazie mille

Anonimo ha detto...

ma qua hai solo dimostrato che l'intervento è meccanico e quindi, non c'entrano niente gli avallamenti naturali. Solo le macchine a controllo numerico devono operare con un centro. Per smentire l'intervento alieno, servono migliaia di impronte che i RIS di Parma troverebbero ogni 30 secondi se i cerchi fossero opera umana.

Joe Bass ha detto...

Opera umana ... se fosse "opera umana" fatta con un satellite , i RIS non rileverebbero nulla ...
Penso ad una battuta di Big Bang Theory ;
I simpatici nerd parlano con un Tizio del Pentagono che dice loro che ancora al MinDifesa aspettano ancora la consegna di un Satellite per guerre "spaziali" risalente ai tempi di Reagan ...
Gestire satelliti è cosa SICURAMENTE NOIOSISSIMA ...
Così non è difficile ipotizzare che un paio di "annoiatissimi" burloni, o più ,
(mettiamo tre, per semplicità)
poniamo un russo uno statunitense ed un cinese facciano a gara per riattivare magari vecchi apparati-satelliti tuttora esistenti ma in disuso ,
"bombardando" certi terreni con elettroni , laser , vortici di ioni positivi e negativi ...
direte Voi, a che scopo ?
al puro scopo di sbalordire ciascuno gli altri due ,
in barba al "datore di lavoro" ...
Oggi si vernicia comunemente caricando negativavente un oggetto di metallo e sparandogli contro vernice caricata positivamente.
Io "spruzzerei" le spighe con elettroni .
Con um magnete le farei "ruotare" nel senso voluto .
La tecnologìa per farlo c'è.
Per farlo COSI' BENE , è difficile ... ma non impossibile .
C'è UN COLOSSALE INDIZIO che i drop circles sono "umani" ...
Sono SIMMETRICI .
L' uomo è quell' Animale che ha SETE di simmetrìa .
E che vive in un mondo "asimmetrico" ... ;-)

Joe Bass ha detto...

Chiedo venia per quell' "ancora" ripetuto due volte ; per la logorrea ...
Non badate alla forma con cui ho espresso il concetto ,
Vi prego .
"Afferrate" semplicemente il concetto stesso ... lo sapete fare ... ;-)